ANCHE LA PRESIDENTE BOLDRINI FIRMA L’ICE SUL PLURALISMO DEI MEDIA

Recentemente la neoeletta Presidente della Camera dei Deputati italiana, Laura Boldrini si è aggiunta ai testimonial che supportano l’ICE in favore di una legislazione europea che assicuri il pluralismo dell’informazione attraverso un sistema di regole rivolte all’insieme dei media operanti nell’Unione.

Dopo il Presidente del Parlamento Europeo, Martin Schulz, essa è il secondo personaggio di vertice di un assemblea parlamentare che aderisce a tale campagna e quindi per il diritto a un’informazione indipendente, libera e plurale, come condizione necessaria al pieno esercizio della cittadinanza europea.

In particolare i promotori dell’iniziativa chiedono attraverso di essa:

  1. Una legislazione efficace per evitare la concentrazione della proprietà dei media e della pubblicità;
  2. una garanzia di indipendenza degli organi di controllo rispetto al potere politico;
  3. la definizione del conflitto di interessi per evitare che i magnati dei mezzi di informazione occupino alte cariche politiche;
  4. sistemi di monitoraggio europei più chiari per verificare con regolarità lo stato di salute e l’indipendenza dei media negli Stati Membri.

L’Italia, da questo punto di vista, viene spesso richiamata come un esempio negativo, con una particolare commistione del potere economico, politico e mediatico che rischia quindi di ingenerare conflitti d’interesse senza pari al mondo.

L’Iniziativa dei Cittadini Europei per il Pluralismo e la Libertà dei Media, che raccoglie oltre cento tra associazioni e organizzazioni della società civile in tutta Europa, gode anche del sostegno di numerose testate giornalistiche, di personalità del mondo della cultura, dello spettacolo, della politica e delle università. L’ambizione è quella di mobilitare i cittadini per rivendicare l’impegno delle istituzioni europee a sostegno dei diritti civili e delle libertà fondamentali, anche quando gli Stati li trascurano, come sempre più sta avvenendo.

Per sostenere questa iniziativa basta firmare attraverso il sito internet: www.mediainitiative.it

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna