L’ICE PER UNA EDUCAZIONE EUROPEA DI QUALITÀ, INVOCA UNO SFORZO MAGGIORE

Dopo aver promosso numerosi eventi pubblici, anche in Italia, in modo particolare durante il mese di maggio, il comitato promotore MEET per l’ICE sull’Educazione europea di qualità per tutti, inizia a fare i conti e registra come il tema sollevato da questa iniziativa sia molto sentito, proprio nel nostro Paese.

Tuttavia, aumentare la consapevolezza sul ruolo educativo e il valore aggiunto di una educazione europea, dichiara MEET, non è solo un grande esercizio di democrazia, ma un modo di trasmettere le sue idee nel processo di formazione delle decisioni politiche, una causa che vedrà MEET impegnato anche al di là dell’esito diretto dell’Iniziativa dei Cittadini Europei.

Quindi, anche se il risultato delle firme valide per l’ICE, a tre mesi dalla scadenza, appare ancora molto difficile da raggiungere, si fa notare, in un recente comunicato, anche come è stato molto eccitante ed interessante, nell’ambito di MEET, il processo di costruzione del network, l’interazione con nuovi collaboratori e la costruzione di una campagna con coordinatori in tutta Europa. Viene evidenziato che si tratta di persone piene di entusiasmo, convinte nel futuro dell’Europa e soprattutto con il desiderio di cambiare la dinamica educativa in Europa. Tutti desiderosi di investire tempo ed energie su base volontaria. Un processo lungo, molto stimolante e che si ritiene continuerà per molto dopo la deadline ufficiale del 1 Novembre 2013.
Comunque, a tre mesi dal possibile traguardo viene rilanciato l’impegno per affinare il messaggio, accelerare la campagna, il social network e raggiungere sempre più cittadini. Per fargli capire meglio il messaggio e spingerli quindi a firmare on line  
Un evento generale di rilancio della visibilità per l’iniziativa è già programmato da MEET a Bruxelles, sabato 21 settembre 2013.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna