Attività

l progetto “Cittadini europei si diventa: campagna di comunicazione nazionale sull’iniziativa dei cittadini europei“, vuole proporsi come contributo ad una più ampia iniziativa di comunicazione rivolta a evidenziare le novità del Trattato di Lisbona, che intendono avere un impatto specifico sul rafforzamento della coscienza, nonché su un esercizio più attivo e partecipato, della cittadinanza dell’Unione europea.
Gran parte delle attività previste si svilupperanno proprio durante l’Anno europeo del cittadino 2013.
Specificatamente il progetto mira a:

  • Far crescere in Italia l’attenzione intorno al nuovo strumento dell’”iniziativa dei cittadini europei” (ICE), evidenziandone la natura specifica, le potenzialità e i limiti che lo contraddistinguono.
  • Stimolare, in Italia, la nascita di un dibattito più strutturato e sinergico, riguardo al principio della democrazia partecipativa a livello europeo, previsto dal Trattato di Lisbona in base all’art. 11, che veda interagire come attori prioritari le organizzazioni della società civile, gli enti territoriali, le accademie.
  • Supportare, con un informazione puntuale, neutra ed un monitoraggio costante, le esigenze di soggetti vari interessati a presentare o a partecipare ad iniziative specifiche promosse nel quadro dell’ICE.
  • Contribuire a realizzare una rete tra i soggetti italiani più interessati a partecipare al “policy making” dell’Unione Europea, basata su un largo uso dei social network e altre potenzialità offerte dalla rete internet.

Il 1 aprile 2012, con l’entrata in vigore del regolamento attuativo dell’ICE e dopo 10 anni dalla prima concreta descrizione dell’idea, si è aperta potenzialmente una nuova frontiera della democrazia europea che si ispira ed affianca altre diverse forme di strumenti di democrazia diretta, già esistenti in diversi Paesi dell’Unione, sia a livello nazionale che a livello locale.

La sfida per le istituzioni e la politica in generale è ora quella di riuscire a spiegare ai cittadini, in maniera diretta e semplice, come questo nuovo strumento possa contribuire a dinamizzare il rapporto tra loro e le future scelte europee, in particolare, rendendoli in grado di mettere un tema, per loro rilevante, sull’agenda ufficiale dell’Unione.

Oltre alla realizzazione e gestione del sito internet, sono previste le seguenti altre iniziative di comunicazione:

  • L’organizzazione di workshop di formazione e dibattito in varie città italiane
  • Delle identità sui principali social network collegate al progetto.
  • Lo svolgimento di un webinar sull’utilizzo degli strumenti di partecipazione diretta alle scelte decisionali europee
  • Ideazione, stampa e distribuzione di un pieghevole con una “vademecum all’utilizzo dell’ICE in Italia”.
  • Attività di sondaggio, sia sul web che tra i partecipanti delle diverse iniziative territoriali.
  • Un Forum finale di dibattito tra la società civile organizzata più attiva in Italia sul tema della cittadinanza attiva europea e la democrazia partecipativa.

Durante lo svolgimento delle iniziative previste dal progetto, il target principale sarà costituito, da rappresentanti di organizzazioni varie della società civile, nonché da studenti, ricercatori e docenti. Tutte le attività previste saranno tuttavia aperte all’intera cittadinanza nei territori ospitanti i singoli eventi.
Anche gli enti locali sono invitati a collaborare al progetto e a farsi promotori di iniziative.