RIPARTE L’ICE SUL PLURALISMO DEI MEDIA

Con il motto “Cambia i media per cambiare l’Europa” è ripartita la raccolta firme sul pluralismo dei media ritirata a luglio del 2013 (dopo una prima presentazione nell’ottobre del 2012) per essere subito ripresentata ed avere quindi ora un anno pieno di tempo  (fino ad agosto 2014) per raccogliere un milione di firme in tutta Europa mirate a promuovere in questo modo la presentazione di una proposta di normativa, da parte della Commissione europea, che protegga la libertà e il pluralismo dell'informazione in tutto il continente.

I promotori, in un comunicato stampa, che motiva il senso della loro iniziativa, ribadiscono che: <<L’erosione del diritto a un’informazione indipendente, libera e plurale è una minaccia alla democrazia. L’Italia per troppo tempo è stata un esempio negativo, con un servizio pubblico assoggettato alla politica, oltre alla commistione del potere economico, politico e mediatico, legittimando così un conflitto d’interesse senza pari al mondo. E purtroppo abbiamo fatto scuola: il peggioramento della normativa nel nostro paese è stato seguito da mosse restrittive anche in altri, come l’Ungheria, la Bulgaria e la Romania. Anche in un paese con un sistema mediatico maturo come la Gran Bretagna, le inchieste in corso sul gruppo Murdoch stanno dimostrando come è la democrazia a soffrire in situazioni di concentrazione eccessiva dei media. Finora le istituzioni europee hanno taciuto di fronte a continui abusi del diritto dei cittadini di essere informati correttamente. Questo silenzio deve terminare!>>.


L’ICE proposta quindi chiede delle norme europee vincolanti per il diritto ad un’informazione indipendente e pluralista.


La raccolta delle firme on line a sostegno di questa iniziativa è possibile al seguente sito internet:  http://www.mediainitiative.eu/it/  

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna